Listen free for 30 days

La ferrovia sotterranea

Narrated by: Anna Foglietta
Length: 10 hrs and 13 mins
5 out of 5 stars (1 rating)

£7.99/month after 30 days. Cancel anytime

Summary

Georgia, prima metà dell'Ottocento. La giovane schiava Cora vive nell'inferno della piantagione dei Randall. Caesar, l'unico bracciante che possa chiamare amico, le parla della misteriosa ferrovia sotterranea, della via per il Nord, di quella che sembra la strada impossibile verso la salvezza. Cora decide di seguirlo attraverso gli stati del Sud, dove la persecuzione dei neri prende forme diverse ma sempre terrificanti. Aiutata da improbabili alleati e inseguita da uno spietato cacciatore di schiavi, riuscirà a guadagnarsi la libertà?

©2016/2017 Colson Whitehead / SUR (P)2018 Emons Italia S.r.l. e SUR s.r.l.

What members say

Average customer ratings

Overall

  • 5 out of 5 stars
  • 5 Stars
    1
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    0
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0

Performance

  • 3 out of 5 stars
  • 5 Stars
    0
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    1
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0

Story

  • 5 out of 5 stars
  • 5 Stars
    1
  • 4 Stars
    0
  • 3 Stars
    0
  • 2 Stars
    0
  • 1 Stars
    0
Sort by:
  • Overall
    5 out of 5 stars
  • Performance
    3 out of 5 stars
  • Story
    5 out of 5 stars

Un classico moderno, mi raccomando

Questo romanzo mi diede larghissima veduta sulla schiavitù nonostante la sempre crescente improbabilità degli avvenimenti. Che differenza infatti tra "La ferrovia sotterranea" e quelle letture debilizzanti che leggevamo venti, trent'anni fa sull'America e su schiavi! Il libro è un classico moderno e certo troppo realistico nelle descrizioni della crudeltà, ma pure ne vedo il posto negli scaffali degli adolescenti contemporanei (magari avessero uno scaffale almeno virtuale) Alquanto avventuroso, il libro tiene l'attenzione retta e pian piano cominci a pensare in un modo tutto differente di questa epoca che l'avevi mai fatto. Splendido davvero.

Alla narratrice vengono solo tre puntini perchè il riscaldamento le dava fatica. Le prime due ore della lettura erano semplicemente manierose e quando la signora urlava a squarciagola mi ruppero i timpani. Più tardi la Foglietta si fece comoda nel testo e la lettura divenne più accogliente.